In questo periodo di crisi dei mercati l’e-commerce non smette invece di crescere.
Vi diamo 8 buoni motivi per decidere di aprire un negozio on-line.

8 buoni motivi per aprire un negozio on-line

In tempi di crisi, come quello che stiamo vivendo negli ultimi anni, molti negozianti soffrono a causa di una drastica riduzione dei guadagni, tanti altri sono stati costretti addirittura a chiudere la propria attività, ma questa situazione negativa del mercato non sembra aver toccato il settore del commercio on-line che invece è in continua espansione.

Si, infatti l’e-commerce è esploso in tutto il mondo e finalmente possiamo affermarlo anche per l’Italia!
Oggi tutti acquistano on-line prodotti di ogni tipo e in maniera sempre più frequente. Questa ascesa inarrestabile dell’e-commerce sta facendo nascere tantissimi nuovi shop on-line nei settori più disparati.

D’altro canto negli ultimi 10 anni l’e-commerce è l’unico settore a livello globale che ha registrato una crescita costante a doppia cifra, una tendenza che è confermata anche per il futuro prossimo con prospettive esponenziali.

Insomma, l’e-commerce è diventata una opportunità di business incredibile in cui tutti vogliono scommettere. Peccato però che secondo i dati di settore elaborati sull’anno 2017, udite udite: circa il 33% degli e-commerce italiani fallisce nel giro di 12 mesi dalla data di creazione. Noi di Studio Fabran siamo convinti che ciò accada perché non vengono utilizzate le giuste strategie di business online, pensando che basti “realizzare un sito web che vende i prodotti” per riuscire a risolvere tutto, ma non è così.

In questo articolo però non parleremo di questo, ci siamo concentrati piuttosto sui motivi per pensare di aprire un negozio online, quindi ad iniziare una avventura nel mondo dell’e-commerce. Noi abbiamo scelto 8 motivi, ma in realtà potrebbero essere molti di più.

Dati di crescita e-commerce

Qualche statistica sui dati di crescita dell’e-commerce

Diamo qualche numero, per rendere meglio l’idea delle potenzialità di questo business.

L’e-commerce nel mondo

Nel 2017, 1,79 miliardi di persone nel mondo (26,8% della popolazione) ha effettuato almeno un acquisto on-line. Il valore del mercato e-commerce è cresciuto del 23%. I leader indiscussi di questo settore sono i marketplace, che detengono la supremazia di mercato senza rivali. Su tutti Amazon e Alibaba.

L’e-commerce in Europa

In Europa il valore totale del mercato nel 2017 è di 602 milioni di euro (+14% rispetto al 2016) e le persone che acquistano online sono 324 milioni, pari al 68% della popolazione europea. La spesa media annuale per persona è di 826€.
I paesi europei in cui l’e-commerce è cresciuto di più negli ultimi 5 anni sono Italia e Olanda, però sono state la Germania, il Regno Unito e la Francia a generare il 70% del fatturato e-commerce europeo.

Tra i settori più importanti (che generano più vendite), troviamo:

L’e-commerce in Italia

In Italia, il mercato e-commerce B2C (business to consumer) nel 2017 è cresciuto dell’11% rispetto al 2016, generando un fatturato di 35,1 miliardi di euro. I settori più consistenti, a differenza della media europea, sono il turismo e il tempo libero (70% del totale).

La crescita maggiore, comunque, si è verificata in questi segmenti:

Gli acquirenti su siti e-commerce italiani sono circa 25 milioni e il 78% di questi fa un acquisto almeno una volta al mese.

Integrazione tra acquisti on-line ed off-line

Integrazione tra acquisti on-line ed off-line

Abbiamo già accennato al fatto la chiusura di molti negozi tradizionali avvenuta negli ultimi anni, è stata sicuramente causata in buona parte dalla crisi dei mercati mondiali, ma anche dall’arrivo sul mercato di giganti come Amazon che hanno letteralmente cannibalizzato centinaia di aziende.

I consumatori d’altro canto hanno dimostrato di essere alla ricerca di esperienze di acquisto sia on-line che off-line, premiando i marchi in grado di fornire entrambe le possibilità.

Per molti consumatori infatti il punto vendita fisico si sta trasformando progressivamente in un semplice spazio espositivo, in cui andare a vedere, provare o trovare i prodotti che verranno poi acquistati online.

Per altri acquirenti invece è l’on-line a fungere da “showroom”, l’e-commerce e le piattaforme web servono a informarsi e a consultare le recensioni, ma poi l’acquisto viene effettuato in un negozio fisico.

E-commerce mobile

8 buoni motivi per aprire un negozio on-line

Dopo queste doverose premesse, dopo aver analizzato il mercato dell’e-commerce e fatto una velocissima analisi del comportamento dei potenziali on-line sellers, noi di Studio Fabran vogliamo esporre 8 buoni motivi per aprire un e-commerce, un negozio virtuale on-line che possa intercettare nuovi acquirenti e che possa inserire una azienda in questo mercato che, come abbiamo visto, è in continua espansione ed offre eccezionali potenzialità di crescita.

Eccoli:

1) Aumentare le vendite

questo è forse uno dei motivi più importanti, per vendere c’è bisogno che gli acquirenti vengano nel nostro negozio e internet è sicuramente lo strumento che facilita la visita del nostro negozio da ogni parte del mondo, gratuitamente, comodamente da casa a ogni ora del giorno.

2) Costo di un sito e-commerce

A differenza di un negozio fisico, un negozio virtuale non ha spese di affitto e di “mantenimento” (luce, gas, telefono, rifiuti) e non ha bisogno di molto personale. Per avviarlo tuttavia è necessaria una buona piattaforma e-commerce e un buon programma per la gestione del magazzino. Se decidiamo di affidarci a uno dei marketplace già esistenti (come Ebay) i costi base si limiteranno a quelli richiesti dal fornitore del servizio per mantenere “on-line” il negozio.
Se invece decidiamo di investire nella realizzazione di un sito web e-commerce aziendale è fondamentale affidarsi a partners con esperienza, che offrano anche un buona assistenza clienti e servizi SEO, SEM e Social Media Marketing.

3) Vendita diretta senza intermediari

L’apertura di un sito web e-commerce consente di evitare di affidarsi a intermediari, riducendo i costi legati alla distribuzione. Quindi, se per esempio siamo artigiani, aprire un e-commerce ci permette di vendere il nostro prodotto al cliente finale abbattendo i costi connessi agli intermediari. Questo consente di proporre i prodotti ad un prezzo inferiore mantenendo invariati i ricavi.

4) Ampliamento della platea dei possibili acquirenti

I negozi fisici hanno sempre una clientela limitata, spesso occasionale, molte volte non continuativa. L’e-commerce permette di rivolgersi a un mercato incredibilmente vasto, potenzialmente senza confini geografici e composto da potenziali acquirenti in continua crescita.

5) Servizio 24 ore su 24

Un negozio online può essere paragonato a quello sotto casa, aperto però giorno e notte. I nostri potenziali acquirenti potranno accedervi, anche solo per dare un’occhiata ai prodotti, in qualunque momento, comodamente da casa o da qualunque dispositivo (Pc, smartphone, tablet).

6) Rafforzamento del tuo marchio

Ormai esserci è indispensabile, sia che si parli di grandi aziende che di piccole, essere sul web è segno di serietà e trasparenza. È fondamentale avere un sito web e, meglio ancora, un e-commerce. In caso contrario si rischia di non essere presi seriamente, penalizzando l’immagine aziendale.

7) Magazzino sotto controllo in tempo reale

Aprire un negozio on-line permette di stabilire quali sono i prodotti più cercati e venduti in modo da ottimizzare l’approvvigionamento per avere minori giacenze di magazzino possibile e per smaltire i prodotti meno richiesti o fine serie attraverso offerte, promozioni e sconti. L’e-commerce permette quindi anche una gestione magazzino più efficiente se si sanno sfruttare i dati in tempo reale.

8) Burocrazia e gestione più snella

Fatturazione, ordini, cataloghi, spedizioni… Tutte le attività che spesso vengono considerate più noiose, come quelle amministrative, in un sito e-commerce diventano più veloci da gestire, perché svolte direttamente e unicamente tramite piattaforma.

Aprire un negozio on-line

Conclusioni

Abbiamo visto che il numero degli imprenditori che si affidano alla rete per vendere i propri prodotti o servizi è in continua crescita. Abbiamo trattato anche la tendenza di molti brand che scelgono di affiancare un sito web e-commerce a un retail fisico, mentre altri scelgono di intraprendere esclusivamente la strada digitale per promuovere la propria offerta in tutto il mondo, grazie a un solo click.

Infine abbiamo elencato ben 8 motivi validi per intraprendere un’avventura di vendita nel web, ed abbiamo così capito che l’e-commerce rappresenta sicuramente un’opportunità da cogliere, in quanto presenta notevoli vantaggi.

Una cosa è certa: dal singolo punto vendita al grande produttore tutti vogliono vendere anche on-line.

Come fare per aprire un e-commerce?

Se siete arrivati fin qui e vi siete interessati all’argomento probabilmente ora vi starete domandando: da dove si parte?

Per prima cosa date un’occhiata al nostro portfolio clienti dove troverete le soluzioni e-commerce sviluppate per i nostri clienti e altri siti web realizzati. Dopo di che contattateci!

Richiedete un colloquio o un appuntamento con Studio Fabran, è gratuito e riceverete tutti i consigli e le informazioni per iniziare una attività on-line a costi competitivi con risultati professionali.

Hosting Partners Professionali
SiteGround - Hosting Partner Studio Fabran
MyServerWeb
ServerPlan - Hosting Partner Studio Fabran