Tempo di lettura: 19 minuti

Se sei un appassionato di produzione musicale o di registrazione audio, probabilmente hai già sentito parlare dell’importanza di un home studio ben attrezzato.

Come abbiamo già visto e trattato in articolo precedente, un home studio è uno spazio creativo dove musicisti, produttori e registi possono creare, registrare e modificare contenuti audio senza dover necessariamente affittare uno spazio costoso. Questo spazio può variare dalle stanze appositamente progettate alle configurazioni più semplici all’interno di un’abitazione.

Nel caso in cui tu abbia in programma di realizzare il tuo studio di registrazione casalingo senza svenarti e/o spendere una fortuna per attrezzature che poi si riveleranno inutili o sovradimensionate, ti consigliamo di leggere gli articoli che abbiamo realizzato prima di questo che stai leggendo.
Infatti siamo arrivati al 5° articolo della nostra guida completa sulla realizzazione di un home studio economico. Oltre all’articolo principale abbiamo già trattato nel dettaglio le schede audio, i microfoni e le cuffie.

Oggi ci concentriamo su uno degli elementi chiave di un home studio di successo, ovvero le casse monitor, anche conosciute come altoparlanti di monitoraggio. In questo articolo, esploreremo le diverse tipologie di casse monitor disponibili sul mercato e ti guideremo nella scelta delle migliori casse monitor per home studio, assicurando che ogni nota e dettaglio vengano riprodotti con precisione.

Tipologie di Casse Monitor

Nel mondo delle casse monitor, esistono diverse tipologie, ciascuna con le proprie caratteristiche uniche. Per esempio, le casse passive richiedono un amplificatore esterno per funzionare correttamente, mentre le casse attive hanno l’amplificatore incorporato. Le casse a 2 vie dispongono di un woofer e un tweeter, ideali per la riproduzione accurata delle frequenze alte e medie. Le casse a 3 vie aggiungono un mid-range separato, offrendo una rappresentazione ancora più precisa del suono. Entrambe le tipologie di casse possono essere dotate di bass reflex posto anteriormente o nella parte posteriore.

Caratteristiche da considerare

Prima di acquistare le migliori casse monitor per il tuo home studio, prendi in considerazione alcune caratteristiche chiave.

  • La risposta in frequenza determina l’intervallo di frequenze che le casse possono riprodurre. Cerca una risposta in frequenza ampia e bilanciata per cogliere ogni sfumatura sonora.
  • Cassa attiva o passiva: scegliere se sia meglio un amplificatore integrato o un sistema di amplificazione dedicato ed esterno.
  • La potenza dell’amplificatore è cruciale: assicurati che sia adeguata per la dimensione della stanza.
  • La connettività è altrettanto importante, con opzioni come XLR, TRS e RCA per adattarsi alle tue apparecchiature.
  • La dimensione del woofer rispetto alla dimensione della stanza.
  • La presenza e la posizione del Bass Reflex che abbiamo già trattato precedentemente in questo articolo.
  • Infine, prendi in considerazione la posizione di ascolto: alcune casse offrono regolazioni per ottimizzare il suono in base alla tua posizione.

Stilato questo elenco andiamo ad approfondire alcuni dei punti che riteniamo siano più interessanti.

Differenze tra Casse Monitor passive e attive

Nel mondo delle casse monitor, una delle decisioni più importanti che devi prendere è se optare per casse monitor passive o attive. Entrambe le opzioni hanno i loro vantaggi e svantaggi, e la scelta dipenderà dalle tue esigenze, dal tuo budget e dall’ambiente del tuo home studio.

Casse Monitor Passive

Le casse monitor passive richiedono un amplificatore esterno per funzionare correttamente. Questo significa che avrai bisogno di un amplificatore separato che sia in grado di fornire la potenza necessaria per alimentare le casse. Una delle principali ragioni per cui alcuni professionisti scelgono casse monitor passive è la possibilità di personalizzare l’amplificazione in base alle proprie preferenze. Gli amplificatori separati offrono maggiore flessibilità in termini di regolazione delle frequenze e della potenza complessiva.

Tuttavia, le casse monitor passive richiedono un’installazione più complessa e richiedono l’acquisto di un amplificatore di qualità separato. Questo può aggiungere costi e ingombro all’intera configurazione. Inoltre, è necessario assicurarsi che l’amplificatore sia compatibile con le casse monitor e in grado di fornire la giusta quantità di potenza.

Casse Monitor Attive

Le casse monitor attive, d’altra parte, hanno un amplificatore integrato all’interno dell’unità stessa. Questo significa che non hai bisogno di acquistare un amplificatore separato. Le casse monitor attive sono generalmente più facili da configurare poiché hai solo bisogno di collegarle a una sorgente audio e fornire loro alimentazione.

Questa semplicità di configurazione rende le casse monitor attive una scelta popolare per i principianti e per chi desidera una soluzione più compatta e pronta all’uso. Inoltre, poiché l’amplificatore è progettato specificamente per le casse, è più probabile che si abbinino bene in termini di prestazioni e risposta in frequenza.

Tuttavia, le casse monitor attive potrebbero offrire meno flessibilità in termini di personalizzazione dell’amplificazione rispetto alle casse passive. Inoltre, nel caso in cui l’amplificatore integrato dovesse guastarsi, potrebbe essere necessaria la sostituzione dell’intera cassa, mentre con le casse passive puoi sostituire solo l’amplificatore.

In definitiva, la scelta tra casse monitor passive e attive dipende dalle tue preferenze personali e dalle tue esigenze specifiche. Le casse monitor attive offrono comodità e facilità di installazione, mentre le casse monitor passive possono offrire maggiore flessibilità nell’ottimizzazione del suono. Prima di prendere una decisione, considera attentamente il tuo budget, lo spazio disponibile e le tue esigenze di produzione audio nel tuo home studio.

Tipologie di connessione: XLR, TRS e RCA

Come abbiamo appena visto la connettività di una cassa monitor è una delle caratteristiche da prendere in seria considerazione prima di un eventuale acquisto. Infatti le connessioni audio sono un elemento cruciale quando si lavora con casse monitor e altre apparecchiature audio, quindi ho pensato di dedicare un paragrafo per approfondire l’argomento.

Le tre tipologie principali di connessione che spesso si trovano nelle casse monitor sono XLR, TRS e RCA. Ciascuna di queste ha le sue caratteristiche, vantaggi e limitazioni, ed è importante capire quale sia la migliore per le tue esigenze.

XLR (Connessioni bilanciate)

Le connessioni XLR sono comunemente usate nelle apparecchiature audio professionali. Queste connessioni sono bilanciate, il che significa che utilizzano tre poli: uno per il segnale positivo, uno per il segnale negativo (inversione di fase) e uno per la messa a terra. Questo design riduce notevolmente il rischio di interferenze e rumori indesiderati durante la trasmissione del segnale audio. Inoltre con connessioni XLR è possibile portare il segnale anche a distanza elevate senza perdita di qualità audio.

Le connessioni XLR sono spesso utilizzate in studi di registrazione e produzione audio professionale, dove la qualità del suono e l’eliminazione dei rumori sono fondamentali. Tuttavia, è importante notare che molte casse monitor di livello entry potrebbero non avere connessioni XLR.

TRS (Jack bilanciati)

Le connessioni TRS (Tip-Ring-Sleeve) utilizzano jack da 1/4 di pollice e sono spesso chiamate connessioni “bilanciate” anche se possono essere utilizzate in configurazioni sia bilanciate che sbilanciate. Sono comunemente utilizzate per collegare apparecchiature audio professionali come casse monitor, mixer e interfacce audio.

Le connessioni TRS offrono un buon equilibrio tra qualità audio e flessibilità. Possono essere utilizzate sia per trasmettere segnali bilanciati che sbilanciati. Tuttavia, le connessioni TRS possono essere più sensibili alle interferenze rispetto alle connessioni XLR, specialmente in ambienti con molte fonti di interferenze elettroniche.

RCA (Connessioni sbilanciate)

Le connessioni RCA sono comunemente utilizzate in ambienti audio domestici e consumer. Queste connessioni sono sbilanciate, il che significa che trasmettono il segnale attraverso un solo conduttore centrale e una schermatura esterna. Sebbene le connessioni RCA siano semplici da utilizzare, possono essere più soggette a interferenze e rumori.

Le connessioni RCA sono spesso presenti in dispositivi come lettori audio, televisori e sistemi stereo. Tuttavia, molte casse monitor di alta qualità potrebbero non offrire connessioni RCA, poiché gli studi professionali tendono ad optare per connessioni più robuste come XLR o TRS.

In sintesi, la scelta della connessione dipende dal contesto e dalle esigenze specifiche. Se stai creando un home studio o desideri la migliore qualità audio possibile, le connessioni XLR o TRS bilanciate sono spesso preferibili. Tuttavia, se stai collegando le casse monitor a un dispositivo consumer o hai bisogno di connessioni semplici, le connessioni RCA possono essere una scelta adeguata.

Dimensione del woofer

Le dimensioni del woofer per una cassa monitor da utilizzare in un home recording studio dipendono da diversi fattori, tra cui le dimensioni della stanza, il tipo di produzione audio che realizzi e le tue preferenze personali. Ecco alcune linee guida generali che possono aiutarti a prendere una decisione informata:

  • Dimensioni della stanza: se il tuo home studio è di dimensioni ridotte, potresti voler optare per casse monitor con woofer più piccoli, come quelli da 5 pollici o 6 pollici. Questo può aiutare a evitare problemi di risonanza e sovrabbondanza di bassi in uno spazio limitato.
  • Tipo di produzione audio: se produci principalmente musica con bassi profondi e desideri una rappresentazione accurata delle frequenze basse, potresti voler considerare casse monitor con woofer più grandi, come quelli da 8 pollici o più grandi. Questi possono offrire una risposta dei bassi più estesa e dettagliata.
  • Dettagli e precisione: in generale, casse monitor con woofer più piccoli tendono a offrire una maggiore precisione e dettaglio nelle frequenze medie e alte. Se la tua priorità è avere un controllo dettagliato sulle frequenze non basse, potresti optare per casse con woofer più piccoli.
  • Bilanciamento: le casse monitor con woofer più grandi tendono ad avere un suono complessivamente più “pieno” grazie alle capacità di riproduzione delle frequenze basse. Tuttavia, è importante che il bilanciamento tra il woofer e gli altri componenti dell’altoparlante sia ben gestito per evitare sovrabbondanza di bassi.
  • Ascolto a volume moderato: se prevedi di ascoltare a un volume moderato, anche casse monitor con woofer più piccoli possono fornire una rappresentazione accurata del suono. Casse con woofer più grandi potrebbero essere più adatte se intendi lavorare a volumi più alti.
  • Genere musicale: il genere musicale che produci può influenzare la scelta delle dimensioni del woofer. Ad esempio, la musica elettronica con bassi profondi potrebbe beneficiare di casse con woofer più grandi, mentre la musica acustica potrebbe richiedere meno estensione dei bassi.

In generale, una buona opzione per un home recording studio di dimensioni medie potrebbe essere un woofer da 6 o 8 pollici. Queste dimensioni solitamente offrono un buon compromesso tra precisione, estensione dei bassi e dimensioni complessive dell’altoparlante. Tuttavia, prima di prendere una decisione, consiglio di ascoltare diversi modelli di casse monitor nel tuo spazio e valutare quale dimensione del woofer si adatta meglio alle tue esigenze specifiche.

Il Bass Reflex nelle Casse Monitor

Il bass reflex è un sistema di accordatura acustica utilizzato nelle casse monitor e altoparlanti per migliorare la riproduzione delle frequenze più basse. Questo sistema impiega un’apertura o un condotto chiamato “porta” o “tromba” posizionato nella scatola dell’altoparlante. L’obiettivo principale del bass reflex è quello di aumentare l’efficienza nella riproduzione dei bassi, consentendo all’altoparlante di generare frequenze più basse senza dover richiedere un cono dell’altoparlante eccessivamente grande.

Posizione del Bass Reflex

La posizione del bass reflex è una componente fondamentale del design dell’altoparlante. La porta o la tromba è solitamente posizionata sul pannello posteriore o anteriore dell’altoparlante. Questa apertura è collegata all’interno della cassa, creando una sorta di “cammino” che consente alle onde sonore generate dalla parte posteriore del cono dell’altoparlante di uscire attraverso la porta.

Funzione del Bass Reflex

La funzione principale del bass reflex è quella di amplificare la risposta dei bassi dell’altoparlante. Quando il cono dell’altoparlante si muove, genera sia onde sonore verso l’esterno (fronte) che verso l’interno (retro) dell’altoparlante. L’apertura del bass reflex consente alle onde sonore che si muovono all’indietro di uscire attraverso la porta. Questo aiuta a ridurre la pressione all’interno della cassa, evitando la compressione dell’aria e permettendo al cono dell’altoparlante di muoversi più liberamente.

Benefici del Bass Reflex

L’implementazione del bass reflex può offrire diversi benefici:

  • Estensione delle frequenze basse: il sistema bass reflex permette all’altoparlante di riprodurre frequenze più basse in modo più efficace, creando un suono più ricco e profondo.
  • Aumento dell’efficienza: l’apertura del bass reflex aiuta a liberare la pressione all’interno dell’altoparlante, migliorando l’efficienza generale dell’altoparlante e riducendo la distorsione.
  • Dimensioni più compatte: grazie al sistema bass reflex, è possibile ottenere una riproduzione dei bassi più potente senza dover aumentare eccessivamente le dimensioni del cono dell’altoparlante.
  • Migliore rappresentazione dei bassi in ambienti limitati: questo sistema è particolarmente utile in ambienti come home studio, dove lo spazio può essere limitato, ma si desidera comunque ottenere una buona riproduzione dei bassi.

In sintesi, il bass reflex è un elemento di progettazione chiave che può migliorare significativamente la qualità e l’efficienza delle casse monitor e degli altoparlanti. Tuttavia, è importante notare che un buon design del sistema bass reflex richiede una calibratura accurata per evitare problemi come risonanze indesiderate e distorsioni.

La Posizione di ascolto

La posizione di ascolto, nota anche come “sweet spot”, è fondamentale per ottenere una riproduzione audio accurata e per prendere decisioni precise durante la registrazione e il mixaggio nel tuo home recording studio.

Ecco alcune linee guida per la posizione di ascolto consigliata:

  1. Triangolo equilatero
    Idealmente, dovresti posizionarti in un triangolo equilatero con le casse monitor. Questo significa che la distanza tra te e ciascuna cassa monitor dovrebbe essere la stessa della distanza tra le casse monitor stesse. Questa configurazione aiuta a creare un campo stereo ben bilanciato.
  2. Altezza degli Altoparlanti
    Posiziona le casse monitor in modo che i tweeter (gli altoparlanti per le alte frequenze) siano all’altezza delle tue orecchie quando sei seduto nella posizione di ascolto. Questo garantisce che il suono arrivi direttamente ai tuoi timpani senza deviazioni o distorsioni.
  3. Simmetria
    Mantieni un’ottima simmetria rispetto alle casse monitor. Ciò significa che le casse dovrebbero essere alla stessa distanza da te e dovrebbero essere allineate in modo da puntare direttamente verso il tuo punto di ascolto.
  4. Isolamento acustico
    Utilizza pannelli acustici o diffusori acustici per trattare le pareti del tuo studio e minimizzare i riverberi indesiderati. Questo contribuirà a creare un ambiente di ascolto più preciso.
  5. Evita pareti riflettenti
    Evita di posizionare il tuo punto di ascolto troppo vicino alle pareti posteriori o laterali, in quanto questo può causare riverberi e colorare il suono. Se possibile, distanzia il tuo punto di ascolto dalle pareti.
  6. Illuminazione adeguata
    Assicurati di avere una buona illuminazione nella zona di ascolto in modo da poter vedere bene i controlli delle apparecchiature e le schermate del computer senza problemi.
  7. Comfort ergonomico
    Cerca una posizione di ascolto comoda che ti permetta di lavorare a lungo senza affaticare. Una sedia comoda e un ambiente ergonomico possono migliorare la tua efficienza e la qualità del lavoro.
  8. Verifica con il “Test delle Mani”
    Un metodo pratico per verificare la posizione di ascolto è utilizzare il “test delle mani”. Stendi le braccia davanti a te e forma un triangolo con le mani, puntando le dita verso il centro delle casse monitor. Questo indica la posizione ideale della tua testa per l’ascolto ottimale.
  9. Calibrazione del sistema
    Se hai un sistema di monitoraggio avanzato, considera l’uso di strumenti di calibrazione acustica e software di correzione acustica per ottimizzare ulteriormente la tua posizione di ascolto.

Ricorda che la configurazione ideale può variare in base alle dimensioni della stanza e alle caratteristiche acustiche. È importante sperimentare e fare regolazioni fino a trovare la posizione di ascolto che offre il suono più accurato e confortevole per il tuo ambiente di home recording studio.

Casse Monitor per Home Studio, guida all’acquisto

Tenendo conto di quanto è stato trattato fino a questo momento, possiamo affermare che nel contesto di un home studio le casse monitor attive a 2 vie con bass reflex anteriore sono spesso la scelta più consigliata. Queste casse offrono un equilibrio tra dimensioni compatte e prestazioni audio di alta qualità. Il loro amplificatore integrato semplifica la configurazione, mentre la riproduzione accurata delle frequenze chiave è essenziale per valutare mix e dettagli.

Prima di effettuare un acquisto però è sempre consigliabile ascoltare le casse di persona, se possibile, per valutarne il suono e la qualità in base alle tue preferenze. Ricorda che la scelta delle casse monitor dipende dalle tue preferenze personali, dal tuo budget e dalle tue esigenze specifiche.

Vediamo ora un elenco di casse monitor che consigliamo per l’utilizzo in un home studio casalingo:


Yamaha HS5

MONITOR ATTIVO BIAMPLIFICATO 5″ 70W

Yamaha HS5, Cassa Studio Monitor Amplificato, Monitor da Studio Attivo Bass Reflex a 2 vie Bi-amplificato

Yamaha HS5, Cassa Studio Monitor

Queste casse monitor attive sono rinomate per la loro precisione nella riproduzione del suono. La serie HS di Yamaha è stata molto apprezzata sia dai principianti che dai professionisti, grazie alla loro risposta in frequenza bilanciata e alla chiarezza del suono.

La nuova serie di sistemi di monitoraggio HS è stata creata dal team di progettazione Yamaha per offrire un prodotto eccezionalmente semplice, preciso e affidabile. La serie HS è stata progettata come un vero sistema di monitoraggio, nella tradizione dello storico Yamaha NS10M. Che si tratti di un missaggio stereo o surround 5.1, i missaggi di alta qualità riprodotti con la serie Yamaha HS manterranno la stessa elevata qualità con la più vasta gamma possibile di sistemi di riproduzione. Proprio questo è l’obiettivo finale di qualsiasi sistema di monitoraggio. E’ inoltre importante ricordare che i monitor della serie HS offrono qualità non solo a livello musicale, ma anche a livello estetico.

Caratteristiche

  • Monitor near field biamplificato bass reflex a 2 vie
  • Driver: Woofer 5″, Tweeter a cupola da 1″
  • Risposta in frequenza: 54Hz – 30kHz
  • Crossover: 2kHz
  • Potenza: LF 45W + HF 25W
  • Ingressi audio: XLR3-31 bilanciato, phono bilanciato
  • Controllo del livello: +4dB/center click
  • High-Trim Switch (+/- 2dB a HF)
  • Room Control Switch: 0/-2/-4dB sotto i 500Hz
  • Cabinet: MDF, Bass-Reflex
  • Colore: Nero
  • Dimensioni: 170 x H285 x 222mm
  • Peso (1 cassa): 5,3kg

KRK Rokit 5 G4

MONITOR ATTIVO BI-AMPLIFICATO 5″ 55W

KRK RP5 Rokit G4 Studio Monitor

KRK RP5 Rokit G4 Studio Monitor

La serie Rokit di KRK è diventata un’icona nel mondo delle casse monitor. I modelli Rokit 5 G4 offrono un suono potente e dettagliato, con opzioni di regolazione per adattarsi alle preferenze dell’ascoltatore.

Il Rokit 5 G4 è stato realizzato con materiali di alta qualità e si vede. L’estrema rigidità e l’eccezionale rapporto resistenza alla trazione-peso dei suoi driver in Kevlar garantiscono una riproduzione del suono a bassa distorsione lungo l’intera gamma di frequenze. Il suo cabinet riduce al minimo la risonanza indesiderata, offrendo prestazioni di fascia bassa spot-on. La sua porta frontale offre un’eccezionale estensione dei bassi e consente di posizionarla più vicino alle pareti senza sacrificare un’accurata risposta alle basse frequenze. Il KRK Rokit 5 G4 è dotato di un DSP all’avanguardia per aiutarti a sfruttare al massimo il tuo ambiente acustico. Il suo EQ grafico visuale semplifica e riduce al minimo i problemi dell’ambiente. Puoi ottenere una conferma immediata delle tue impostazioni EQ con il display LCD grafico incorporato del Rokit 5 G4, il tutto mentre ottieni un’analisi dello spettro in tempo reale dall’app KRK sul tuo dispositivo iOS o Android. L’app KRK è incredibilmente utile. Oltre alle impostazioni dell’EQ, l’app supporta anche il posizionamento degli altoparlanti e la corrispondenza dei livelli, oltre a regolare i livelli del subwoofer, le impostazioni del crossover e la polarità. Ha persino un generatore di segnale, un must per calibrare il tuo sistema.

Caratteristiche

  • Monitor da studio Rokit di quarta generazione con design pro-grade
  • I driver rigidi in Kevlar garantiscono una riproduzione del suono a bassa distorsione
  • L’amplificatore in Classe D produce un suono di alta qualità a temperature ridotte
  • Il limiter Brickwall incorporato fornisce un suono bilanciato, protegge dai danni e mantiene la dinamica del tuo suono
  • La guida d’onda ottimizzata ad alta frequenza produce un’ampio sweet spot, profondo e dinamico e immagini incredibili
  • Il telaio a bassa risonanza offre prestazioni di fascia bassa spot-on
  • La porta frontale offre un’eccellente risposta di fascia bassa e un posizionamento semplice degli altoparlanti
  • Il DSP all’avanguardia include la correzione della ambiantale, un EQ visivo LCD ed altro ancora
  • L’app KRK regola le impostazioni dell’EQ, i livelli del subwoofer, le impostazioni del crossover e della polarità e aiuta con il posizionamento degli speaker
  • Il generatore di segnale integrato è un must per calibrare il sistema
  • Include pad in iso-foam
  • Dimensioni: 285 x 190 x 241mm
  • Peso: 4,85kg (singola cassa)

Adam Audio T7V

STUDIO MONITOR NEARFIELD BIAMPLIFICATO 7″ 70W

ADAM Audio T7V, Monitor da studio per registrazione

ADAM Audio T7V

Adam Audio è conosciuta per la sua tecnologia di driver a nastro, che offre una nitidezza e una chiarezza sorprendenti. Il modello T7V è una scelta popolare per i professionisti che cercano una riproduzione accurata e dettagliata delle frequenze.

Il T7V è un monitor da studio a due vie progettato per l’uso verticale in applicazioni nearfield. Il T7V è dotato di un woofer da 7″ che fornisce un’estensione dei bassi fino a 39Hz, mentre il diaframma del tweeter U-ART fornisce una risposta ad alta frequenza elevata ed estesa fino a 25 kHz, praticamente inaudita nei monitor in questa fascia di prezzo.

Il tweeter U-ART è montato su una guida d’onda di precisione con le stesse caratteristiche di controllo della dispersione della guida d’onda HPS (High Frequency Propagation) utilizzata nei monitor da studio di punta della Serie S di ADAM Audio. La dispersione altamente uniforme delle alte frequenze della guida d’onda fornisce uno sweet spot incredibilmente ampio che ti libera dall’essere incollato a una posizione del mix durante il lavoro.

Sul lato posteriore del cabinet smussato del T7V, una porta bass reflex rear-porting si unisce a una robusta piastra posteriore in metallo che ospita le connessioni di ingresso analogiche. Il tweeter U-ART è alimentato da un amplificatore in classe D da 20W, mentre un amplificatore in classe D da 50W serve il woofer. Questi nuovi powerhouse producono una SPL massima impressionante di 110dB per coppia. L’ampia risposta in frequenza, l’elevata gamma dinamica, l’eccellente risposta ai transienti, l’ampio sweet spot e le piccole impronte rendono il T7V perfettamente adatto per l’uso in sale di controllo di piccole dimensioni o per la post-produzione video e la produzione broadcast.

Il subwoofer ADAM Sub8 è l’abbinamento perfetto per integrare il T7V ed estendere le funzionalità di monitoraggio nelle basse frequenze.

Caratteristiche

  • Driver LF: Woofer da 7″
  • Driver HF: Tweeter a nastro U-ART da 1,9″
  • 2x Amplificatore in Classe D: Woofer da 50W RMS, Tweeter da 20W RMS
  • Intervallo di frequenza: 39Hz – 25kHz
  • Frequenza di crossover: 2,6kHz
  • Spl max: 110 dB (1m / coppia)
  • Porta posteriore: Bass reflex
  • Connessioni: Input di linea XLR e RCA
  • Dimensioni: 210 x 347 x 293mm
  • Peso: 7,1kg (singola cassa)

PreSonus Eris E5 XT

MONITOR ATTIVO 2 VIE 5.25″/1″ 70W

PreSonus Eris E5 XT

PreSonus Eris E5 XT

Le casse Eris E5 XT di Presonus sono apprezzate per il loro ottimo rapporto qualità-prezzo. Offrono una risposta in frequenza precisa e includono regolazioni per l’adattamento all’acustica della stanza. Sono appositamente progettate per l’utilizzo come monitor da studio, fornendo una risposta molto accurata, con basse precise ed alte super dettagliate. Ciò di cui hai proprio bisogno nel tuo home studio.

Grazie ai woofer in Kevlar, ai tweeter a cupola, ad un’amplificazione in Classe AB, ed a controlli acustici professionali, le Eris ti offrono il meglio nel loro range di prezzo. La serie Eris ha un rapporto qualità/prezzo impareggiabile.

Caratteristiche

  • Woofer: 5,25″ in Kevlar
  • Tweeter: 1″ a cupola in Seta
  • Amplificazione: 70 Watt in Classe AB
  • Risposta in frequenza: 53Hz – 22kHz
  • Frequenza di crossover: 3kHz
  • Amplificatore LF: 45W
  • Amplificatore HF: 35W
  • Max SPL (@ 1m): 102dB
  • Impedenza di ingresso: 10 kOhm
  • Bassreflex frontale per la riproduzione delle basse frequenze
  • Midrange (±6 dB), HF (±6 dB), High-Pass (Off, 80Hz, 100Hz) impostazioni Acoustic Space (flat, -2, -4dB)
  • Protezione contro le interferenze RF, output limiting, surriscaldamento, protezione ai transienti e alle frequenze subsoniche
  • Ottimizzazione interna anti-risonanza
  • Ingressi: XLR/Jack bilanciati e RCA sbilanciati
  • Dimensioni: 178 x 195 x H260mm
  • Peso: 4,63kg (singola cassa)

FOCAL Alpha 50 EVO

MONITOR DA STUDIO 5″ 50W

FOCAL Alpha 50 EVO

FOCAL Alpha 50 EVO

Focal è una marca di alta gamma e la serie Alpha offre prestazioni audio eccezionali. Il modello Alpha 50 EVO offre un suono ricco e dettagliato, ed è spesso scelto da professionisti che cercano la massima precisione.

I monitor da studio Focal Alpha EVO 50 per Mix, Mastering, DJ e Broadcast offrono una risposta in frequenza dai 45Hz ai 22kHz, sono amplificati con 30W sulle basse e 20W sulle alte per un SPL massimo di 101dB e come trasduttori montano un woofer Slatefiber da 5″ e un tweeter in alluminio a cupola invertita da 1″ (2,5cm).

Nei monitor da studio amplificati Alpha EVO (EVO sta per Evolution) Focal ha rinnovato il design, introdotto nuove tecnologie e maggior versatilità, grazie ad un ingresso jack TRS da 1/4″, che si aggiunge alle connessioni XLR e RCA, al cono costruito con la tecnologia Slatefiber prodotto in esclusiva dall’azienda francese nella fabbrica di Saint-Étienne e al tweeter in alluminio a cupola invertita da 1″.

La serie Alpha EVO della Focal Professional offre elevate prestazioni ad un livello di prezzo in linea con le esigenze degli home e project studio, dei musicisti e dei DJ producer. Un altro importante tassello che l”azienda francese inserisce nella sua lunga esperienza dedicata alla ricerca e allo sviluppo di soluzioni di ascolto efficienti e innovative che l”hanno posizionata tra i leader in vari ambiti del settore audio.

Progettati per la produzione musicale e l’ascolto, i monitor amplificati Focal Alpha EVO garantiscono un’eccellente coerenza sonora per la vostra postazione. Per ottimizzare le performance, Focal ha scelto un tweeter in alluminio a cupola invertita da 1″, per assicurare un’ottima e ampia diffusione delle alte frequenze all’interno della postazione di ascolto e un particolare cono Slatefiber. Questo woofer per le medio basse è prodotto in esclusiva dalla Focal nella fabbrica di Saint-Étienne e si distingue perché realizzato in fibra di carbonio riciclata amalgamata a polimero termoplastico. Il composto dà al cono una particolare e piacevole colorazione tendente al blu. La combinazione di questi due materiali si traduce in performance acustiche di tutto rispetto sul fronte della velocità di trasduzione, rigidità e smorzamento, che provvedono ad un’ottima resa della dinamica e ad un bilanciamento più naturale sullo spettro. Focal è stata la prima azienda al mondo in campo audio ad utilizzare la fibra di carbonio riciclata nei trasduttori.

Il cabinet delle casse da studio amplificate Focal Alpha EVO 50 è in MDF dallo spessore di 15mm rinforzato da una struttura interna che le rende estremamente robuste minimizzando la suscettibilità acustica anche ad elevati livelli di pressione sonora.
Il bass-reflex sfrutta un’ampia apertura frontale per un flusso del’aria laminare finalizzato al contenimento di turbolenze e distorsioni sul segnale riprodotto. Questo si traduce in un’ottima integrazione in qualsiasi setup di ascolto, sia esso casalingo, su van o in un ambiente trattato. L’attenzione che Focal è solita prestare al design ha portato ad aggiungere delle accattivanti fiancate costituite da pannelli in plastica che si sposano alla perfezione sia con il concetto di resa acustica, sia con l’obiettivo estetico.

Caratteristiche

  • Risposta in frequenza (+/-3dB): 45Hz – 22kHz
  • Max SPL: 101dB peak @1m
  • Woofer: Cono Slatefiber da 5″ (13cm)
  • Amplificazione bassi: 30W musicali, Classe D
  • Tweeter: cupola invertita in alluminio da 1″ (2,5cm)
  • Amplificazione alti: 20W musicali, Classe D
  • Ingressi bilanciati (10kOhm): jack 1/4” TRS e XLR
  • Ingresso RCA (sbilanciato) con auto-compensazione della sensibilità
  • Switch per boost sensibilità ingresso: 0/+6dB
  • EQ 2 bande: +/-6dB (0-300Hz); +/-3dB (4.5-22kHz)
  • Funzione stand-by automatico (disattivabile da switch)
  • LED frontale per indicazione stato: On, Off o Stand-by
  • Cabinet in MDF da 15mm, fianchi in plastica
  • Ampia porta per flusso d’aria laminare
  • 2 Dadi M6 integrati per fissaggio a parete o soffitto
  • Consumo in Stand-by: <0,5W
  • Colore: Nero
  • Dimensioni: 310 x 228 x 239mm
  • Peso: 5,95kg (cassa singola)

JBL 305P MkII

MONITOR DA STUDIO AMPLIFICATO 5″ 82W

JBL 305P MkII

JBL 305P MkII

Queste casse monitor JBL offrono un suono pulito e dinamico, ed è noto per la sua accuratezza nella riproduzione delle frequenze. Sono adatte sia per il mixing che per l’ascolto generale.

Il monitor da studio compatto di nuova generazione JBL 305P MkII rende le leggendarie prestazioni JBL disponibili per ogni studio. Con la rivoluzionaria guida d’onda JBL Image Control e i trasduttori raffinati, JBL 305P MkII offre dettagli straordinari, imaging preciso, un ampio sweet spot e un’impressionante gamma dinamica che migliora le capacità critiche di ascolto di qualsiasi spazio di lavoro moderno.

Dotato di tecnologie brevettate derivate dalla serie JBL 7 e dai monitor di riferimento master M2, e sfoggiando un design elegante e moderno, JBL 305P MkII offre prestazioni eccezionali e un’esperienza di mix piacevole a un prezzo accessibile.

Caratteristiche

  • Driver LF: 203mm (5″)
  • Driver HF: 25mm (1″), Soft Dome
  • Crossover: 1725Hz Linkwitz-Riley acustico del 4° ordine
  • Sensibilità di ingresso (-10dBV): 92dB / 1m
  • Configurazione dell’amplificazione: Biamplificata
  • Amplificatore HF: 41W, Classe-D
  • Amplificatore LF: 41W, Classe-D
  • Risposta in frequenza (± 3dB): 49Hz – 20kHz
  • Gamma di frequenza (-10dB): 43Hz – 24kHz
  • Estensione a bassa frequenza (-10dB): 43Hz
  • SPL continuo: 94dB max
  • SPL di picco: 108dB max
  • Livello di input di picco max (-10dBV / + 4dBu): +6dBV / +20.3dBu
  • Criteri di distorsione del sistema: <10% THD alla massima potenza con attivazione completa di compressore / limiter
  • Criteri di distorsione elettrica: 0.2% THD @ 1kHz / 2.83VRMS output; <1% THD @ 1kHz, uscita nominale completa
  • Rapporto S/R: 75dBA (A-Weighted), 70dBr (non pesato), rispetto all’uscita 2,83VRMS
  • Copertura Orizzontale x Verticale: 120° x 90°
  • Ingressi Analogici: 1x XLR femmina, 1x TRS femmina, bilanciato
  • Controllo trim HF: -2dB, 0dB, +2dB
  • Boundary EQ: LF Shelf @ 50Hz: -3dB, -1.5dB, 0dB
  • Tensione di ingresso: 100-240V CA (±10%), 50/60Hz
  • Tipo di cabinet: Ported
  • Materiale cabinet: MDF 15mm
  • Rivestimento: PVC nero opaco
  • Costruzione: ABS stampato ad iniezione
  • Dimensioni: 298 x 185 x 231mm
  • Peso: 4,73kg (singola cassa)

Neumann KH 120 A

STUDIO MONITOR ATTIVO BIAMPLIFICATO 5.25″ 100W

Neumann KH 120 A

Neumann KH 120 A

Neumann è un nome rispettato nel settore dell’audio professionale, e il modello KH 120 A è una scelta popolare tra i professionisti esigenti. Offre una riproduzione dettagliata e un suono bilanciato.

Il KH 120 è progettato per impieghi in area nearfield monitor come diffusore d’ascolto frontale di riferimento e anche come posteriore nei sistemi multi canale. Il KH 120 rappresenta in sé il risultato delle ultimissime simulazioni acustiche ed elettroniche e delle tecnologie di misura tese ad assicurare una riproduzione sonora più accurata possibile. Dispone di una guida d’onda a dispersione matematica Mathematically Modeled Dispersion (MMD), alcuni controlli acustici flessibili, amplificatori analogici di classe AB, accetta vari formati in ingresso e prevede una vasta gamma di accessori di fissaggio. Il KH 120 è perfetto per le registrazioni multitraccia, il mixing il mastering nella registrazione musicale, nel controllo in regia audio broadcast, nei project studio e nelle regie di post produzione audio.

Caratteristiche principali

  • Driver a bassa frequenza 5.25″ (50W) e driver ad alta frequenza da 1″ (50W)
  • Guida d’onda a Dispersione Ellittica Modellata Matematicamente (MMD) per una risposta fuori asse morbida e un monitoraggio accurato
  • Potenti driver a cupola in tessuto di titanio forniscono bassa distorsione e riproduzione ad alta frequenza
  • Design a sandwich composito del cono del driver smorza le modalità di rottura e riduce la distorsione armonica
  • Risposta in frequenza in campo libero -3dB: 52Hz a 21kHz (+/- 3dB)
  • Risposta in frequenza passa banda: 54Hz a 20kHz (+/- 2dB)
  • Rumore di auto-generati (con input gain impostato a 100dB per 0dBu) <20dB(A) a 10cm
  • SPL max: (in half-space a 3% THD a 1m) 111,1dB SPL medio 100Hz a 6kHz
  • Design Controller: Analogico, attivo
  • Frequenza di crossover: 2kHz
  • Pendenza Crossover: 24dB / Ottava, 4° ordine
  • Equalizzazione Bassi: 0dB, -2,5dB, -5dB, -7,5dB
  • Equalizzazione Medi: 0dB, -1,5dB, -3dB, -4,5dB
  • Equalizzazione Alti: +1dB, 0dB, -1dB, -2dB
  • Circuito di protezione: Limiter Hi e Low
  • Ingresso: XLR, >10kOhm
  • Controllo del guadagno in ingresso (sensibilità): -15dBu a 0dBu
  • Controllo del livello di uscita: 94dB, 100dB, 108dB, 114dB SPL
  • Dimensions: 277 x 182 x 220mm
  • Peso: 6,2kg (singola cassa)

Genelec 8030C

Genelec 8030C

Genelec 8030C

Genelec è un’altra marca rinomata nel settore delle casse monitor. Il modello 8030C offre una qualità audio superiore e un design compatto, ideale per gli spazi limitati di un home studio.

Genelec 8030C è un sistema di monitoring nearfield 2 vie biamplificato con i nuovi ampli in Classe D; ideale per project e home studio; ma anche workstation e impianti surround. La funzione ISS (Intelligent Signal Sensing) riduce il consumo elettrico del sistema a meno di 0.5 watt mettendo il monitor in standby automaticamente quando non viene rilevato segnale sugli ingressi per un determinato lasso di tempo. Non appena viene rilevato un segnale audio in ingresso; il sistema viene riacceso all’istante.Tale funzione ISS è compatibile con le nuove norme UE e la Direttiva ErP 2013 che regolamenta i consumi delle apparecchiature elettroniche.

Il modello 8030C è dotato di Iso-Pod™ (Isolation Positioner/Decoupler™); supporto in grado di eliminare eventuali colorazioni sonore disaccoppiando il monitor dalla superficie su cui viene posizionato. Iso-Pod™ permette inoltre di angolare il monitor al fine di puntarlo perfettamente in asse verso l’ascoltatore; sia in verticale che in orizzontale. Se si necessita di maggiore pressione sonora ed una risposta in frequenza più aperta verso il basso; il naturale complemento di 8030B è il subwoofer 7050B per sistemi stereo; o 7060B per sistemi di ascolto surround. Comuni a tutti i monitor della serie 8000 sono l’esclusiva tecnologia dedominata DCW ™ (Directivity Control Waveguide™) in grado di garantire un imaging stereo e un balance tra le frequenze decisamente accurati anche in situazioni d’ascolto non ottimali; l’esclusivo disegno del condotto reflex integrato nel cabinet in alluminio pressofuso; con finitura semi-opaca e griglie proteggi altoparlanti ottimizzate acusticamente.

La combinazione tra il controllo della guida d’onda; Genelec Directivity Control Waveguide™ (DCW™); gli angoli arrotondati e la sottile curvatura sia del fronte che del cabinet; MDE™ (Minimum Diffraction Enclosure™); risultano in una risposta in frequenza sorprendentemente flat sia in asse che fuori asse.
Altro grosso vantaggio è un imaging estremamente precisa e dettagliata ed un minimo affaticamento all’ascolto. Un sofisticato sistema di filtri crossover tratta il segnale che viene inviato agli amplificatori: ogni altoparlante a bassissima distorsione ne ha uno dedicato. 8030B è dotato come standard di schermatura magnetica; circuito di protezione da sovraccarichi e di un versatile sistema di correzione ambientale. I fori sul retro permettono un corretto e sicuro montaggio a parete.


Conclusioni

Le casse monitor rappresentano uno strumento indispensabile per qualsiasi appassionato di produzione musicale o registrazione audio.

Nel tuo home studio, la scelta delle casse monitor giuste può fare la differenza nella qualità del tuo lavoro. Scegli attentamente tra le diverse tipologie e prendi in considerazione le caratteristiche chiave prima di effettuare il tuo acquisto. Investire in buone casse monitor è un passo verso la creazione di produzioni audio eccellenti all’interno del comfort del tuo home studio.

Continua a seguirci (iscriviti alla newsletter), perché nelle prossime settimane pubblicheremo altri articoli che tratteranno le altre componenti per realizzare uno studio di registrazione economico in casa.

Come creare un Home Recording Studio economico

Tutti i capitoli della guida

Come creare un Home Recording Studio Economico

Guida per allestire un Home Recording Studio economico, per avere uno studio di registrazione professionale in casa ad un costo contenuto.

Migliore Scheda Audio Digitale economica per il tuo home studio

Capitolo 1
Scopri le caratteristiche delle schede audio digitali e trova la migliore scheda audio digitale economica per il tuo home studio.

Miglior microfono economico per home studio

Capitolo 2
Scopri le diverse tipologie di microfoni sul mercato e le caratteristiche da considerare prima dell’acquisto di un microfono economico per home studio.

Miglior cuffia economica per home studio

Capitolo 3
Esplora le opzioni più vantaggiose e le caratteristiche chiave da considerare nella ricerca della miglior cuffia economica per il tuo home studio.

Migliori casse monitor per home studio

Capitolo 4
Esplora le diverse tipologie di casse monitor disponibili e trova la soluzione perfetta per ottimizzare il tuo home studio.

Migliori Digital Audio Workstation per un Home Studio

Capitolo 5
Cosa sono le Digital Audio Workstation (DAW), quale computer è ideale per un home studio recording. Le caratteristiche da considerare prima dell’acquisto.

Isolamento acustico per un home studio recording

Capitolo 6
Scopri come creare un Home Studio Recording perfetto con le migliori soluzioni di Isolamento Acustico.

Connessioni Audio per home studio recording

Capitolo 7
I segreti delle connessioni audio dalla scelta dei cavi agli spinotti ideali per il tuo home studio.

Controller e Tastiere MIDI per home studio

Capitolo 8
Guida alla scelta di Controller e Tastiere MIDI per l’Home Recording Studio.
Scopri come selezionare gli strumenti per ottimizzare la produzione audio da casa.

Icon 114 - Studio Fabran

Iscriviti alla NewsLetter

Vuoi ricevere i miei ultimi articoli comodamente nella tua email?
È gratis!
Oltre 700 persone lo stanno già facendo!

Iscriviti alla Newsletter

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te.
Che aspetti? Iscriviti ora ed unisciti agli altri 546 iscritti.
Useremo i tuoi dati esclusivamente per l'invio di articoli, guide ed approfondimenti. Metti una spunta se sei d'accordo al trattamento dei dati personali (artt. 13 e 14 del GDPR - Regolamento UE 2016/679). Per maggiori informazioni leggi la nostra politica sulla privacy.