Prima di capire come scrivere un articolo del BLOG personale o aziendale è giusto capire di cosa stiamo parlando. Il post (o articolo) è l’unità principale del BLOG, esso rappresenta l’elemento che viene usato per alimentare il calendario editoriale delle nostre pubblicazioni.

Sappiamo che il BLOG, inteso nel suo intero come sito web, è composto da una home page che si alimenta nel tempo grazie a una continua evoluzione dei contenuti. Ogni articolo del BLOG infatti ne amplia i contenuti e questi contribuiscono ad aumentarne la visibilità, migliorandone il posizionamento sui motori di ricerca rendendolo più facilmente raggiungibile dai lettori. Inoltre creare un articolo del BLOG con un buon contenuto vuol dire entrare nella logica dell’inbound marketing, argomento fondamentale della SEO (Ottimizzazione per i Motori di Ricerca).

Ma come si crea un articolo del BLOG?
Continuando nella lettura lo scopriremo in 8 semplici step che vi serviranno da guida per ottenere ottimi risultati in ottica SEO.

Gli 8 step da seguire nella scrittura di un articolo del BLOG

Fai il piano editoriale

Il piano editoriale (o calendario editoriale) è l’elenco dei contenuti o dei temi degli articoli che vuoi scrivere in un lasso di tempo definito sul BLOG. C’è chi lo programma con un mese in anticipo, chi invece lo fa di 3 mesi in 3 mesi, scegliendo un argomento alla settimana, da pubblicare sempre nello stesso giorno per creare, nell’utente, una sorta di appuntamento abituale e di attesa.

Io consiglio di pensate all’anno corrente nel suo complesso, così avremo modo di considerare ed inserire le feste meno conosciute, pensare alle stagioni e ad altre ricorrenze legate alla persone oppure all’azienda. È vero, è necessario investire un po’ di tempo, però questo te ne farà risparmiare parecchio in seguito.

Per aiutarti abbiamo dedicato un articolo al Piano Editoriale: “Come creare un piano editoriale per i social network in 4 step“.

Scegli un argomento

Ogni articolo del BLOG deve avere uno scopo bene preciso, un obiettivo specifico, e nella maggior parte dei casi è quello di aiutare il lettore a risolvere un problema, a rispondere ad una domanda o soddisfare un bisogno. Personalmente cerco di scrivere articoli semplici, non troppo lunghi, facili da leggere e con una soluzione pratica, anche se minima.

In un primo momento preparo un elenco delle domande frequenti dei clienti, la soluzione ai loro problemi sono un buon punto di partenza. Altre volte scrivo su come effettuare delle operazioni specifiche o dei tutorial per spiegare come funzionano App e programmi conosciuti e utili. Prendo spunto anche da ciò che accade sul web, scegliendo un argomento di moda e lo approfondisco a modo mio.

Scelgo gli argomenti provvisori, poi per ogni argomento scrivo subito il testo principale cercando di suddividerlo in argomenti con titoli e sottotitoli. Questo mi aiuta nella stesura del post e sarà utile all’utente per leggere il post con più facilità. Aggiungo che la giusta suddivisione dei contenuti in paragrafi e sotto-paragrafi è importante per l’ottimizzazione sui motori di ricerca. Ecco un esempio:

Titolo (argomento principale): Sul sito sito si scrive così
Sottotitoli (sotto argomenti):
– parla ad una persona e non ad un robot
– evita parole vuote
– personalizza le CTA

Trova la parola chiave migliore

La parola chiave giusta per il tuo articolo del BLOG deve essere in linea con l’argomento che hai scelto. Non deve essere mai costituita da una sola parola. Anche tu, quando cerchi un argomento su Google, digiti almeno 2 o 3 parole per avere risultati più specifici sull’argomento. La scelta delle keyword per il tuo blog deve essere quindi:

  • specifica
  • composta da almeno 2 o 3 parole
  • attinente all’argomento che stai scrivendo
  • riferita a luoghi, città, regioni (se necessiti di una geolocalizzazione)
  • realmente cercata su Google dagli utenti

La parola chiave (che nel nostro esempio è “whatsapp web”) deve essere sempre inserita in questi punti nel box del plugin Rank Math SEO (Edit Snipped):

  • Titolo SEO
    Inserisci sempre la parola chiave nel titolo SEO, scrivi un titolo piacevole, che incuriosisca e che attiri l’attenzione. Nella produzione del miglior titolo per il tuo blog devi raggiungere l’utente e provocare qualcosa al suo interno, magari stuzzicandolo in maniera empatica, oppure giocando con emozioni e sentimenti. Dopo il titolo metti sempre il nome del tuo sito o blog per farti riconoscere subito nei risultati su Google. Ricorda anche di rispettare la lunghezza massima di 60 caratteri del campo SEO Title.
    Esempio: WhatsApp Web, come funziona spiegato in pochi passaggi – Studio Fabran
    Per approfondire: Come scrivere il miglior titolo per il tuo BLOG
  • Slug
    Tutto quello che viene inserito nel campo del titolo (solitamente il titolo dell’articolo compresa la parola chiave) verrà riportato nello Slug in questo modo: whatsapp-web-come-funziona-spiegato-in-pochi-passaggi, dove ogni spazio bianco tra le parole è sostituito automaticamente dal trattino meno.
  • Meta descrizione
    Anche qui inserisci la keyword e descrivi in breve (massimo 160 caratteri) di cosa parla il tuo articolo, che soluzioni dai o come aiuti il tuo lettore. La descrizione deve essere scorrevole, piacevole e chiara. Evita elenchi di parole senza senso. La descrizione appare nei risultati di ricerca quindi deve far capire in poche parole cosa l’utente otterrà cliccando sul link e deve far venire voglia di leggere l’articolo.
    Esempio: Spieghiamo in pochi passaggi come usare WhatsApp Web, il servizio che permette di utilizzare l’App di messaggistica più famosa sul vostro PC o Mac.
  • Parola chiave principale
    Scegli attentamente ed inserisci la Focus Keyword che hai scelto: whatsApp web
Preview di Rank Math SEO per la gestione dei contenuti

Preview di Rank Math SEO per la gestione dei contenuti

Quindi il tuo articolo del BLOG nelle SERP di Google verrà visualizzato così:

Risultato SERP di Google

Risultato SERP di Google

Per dare un aiuto nella ricerca della migliore parola chiave: Parole chiave di tendenza, 10 strumenti gratuiti

Ricordati, inoltre, di inserire la parola chiave anche nel testo dell’articolo. Inseriscila nel primo paragrafo di introduzione all’articolo ed alla fine. Stai attento alla Keyword Density, trova un equilibrio, non esagerare con le ripetizioni e usa ogni tanto qualche sinonimo.

Per approfondire abbiamo descritto la Keyword Density in questo articolo.

Scrivi l’articolo

Il primo ostacolo nella stesura di un articolo per il BLOG è il classico foglio bianco, e il blocco iniziale che svanisce non appena si iniziano a scrivere le prima parole. Successivamente bisogna tener conto della giusta formattazione del testo. In questo caso la prima cosa da evitare è quello che viene definito “il muro di testo”. Un blocco unico di testo è il nemico numero uno della leggibilità online. Un articolo tutto uguale appesantisce l’occhio del lettore e lo farà scappare subito dal tuo blog.

Quindi attenzione alla formattazione del testo. A seguire trovi qualche consiglio pratico per scrivere un articolo del BLOG che faccia venire voglia di leggerlo:

  • spezza il testo in più paragrafi di poche righe l’uno
  • separa gli argomenti principali con titoli e sottotitoli: usando i titoli (tag html) H2, H3
  • usa tra un paragrafo e l’altro gli spazi bianchi: non avere paura di fare un invio o a capo in più; se crei spazio tra loro dai più respiro anche alla comprensione del testo, oltre che essere più bello da vedere. Magari gestisci l’interlinea con l’uso del CSS (per utenti esperti).
  • crea una ciclicità nei contenuti: titolo pagina (H1), sottotitolo principale d’apertura o abstract (H2), breve introduzione, sottotitolo (H3) + paragrafo/i , sottotitolo (H3) + paragrafo/i, sottotitolo (H3) + paragrafo/i, conclusione
  • allinea il testo a sinistra; non utilizzare mai il testo giustificato perché crei il famoso muro
  • gestisci bene la Keyword Density, ovvero il valore relativo alla frequenza con la quale una determinata parola chiave compare nella pagina Web. Abbiamo descritto la Keyword Density in questo articolo.
  • usa il grassetto con parsimonia, evidenzia poche parole, ma buone, solo quelle importanti per rafforzare l’argomento del tuo paragrafo. Intere frasi in grassetto non hanno alcun senso. Io normalmente metto anche i link in grassetto per evidenziarne la presenza.
  • evita in ogni caso di scrivere in maiuscolo, infatti nella netiquette (ovvero il galateo online) scrivere in maiuscolo equivale a gridare.
  • per lo stesso motivo usa sempre la punteggiatura corretta e non abbondare con punti esclamativi (!), punti di domanda (?), puntini di sospensione (…).

Scegli un’immagine ottimizzata per il web

Attributi ALT e TITLE nelle immagini per il web

Attributi ALT e TITLE nelle immagini per il web

La scelta della giusta immagine per un articolo del BLOG non è semplice, però basta ricordare alcuni piccoli accorgimenti e tutto diventa più semplice ed ottimizzato:

  • Evita immagini banali.
  • Sceglile o creale con i tuoi colori, con lo stile che ti rappresenta
  • Scegli o realizza immagini belle, ad alta risoluzione
  • Non devono necessariamente indicare quello che vuoi comunicare nell’articolo del BLOG.
  • Evita le immagini già usate o scontate che tutti userebbero

Scegli risoluzioni adeguate al contesto e alla posizione in cui verranno visualizzate e fai attenzione che la pesantezza di ogni immagine non superi i 300/400 Kb l’una, per non appesantire il tuo spazio web e per velocizzarne il caricamento online. Ricorda che Google e il suo PageSpeed controlla  la velocità di caricamento del sito con le sue immagini e di conseguenza può penalizzarne la visualizzazione nei risultati di ricerca.

Importantissimo è il nome che darai al file immagine, mai lasciare IMG123.jpg e fai attenzione che:

  • descriva bene l’argomento dell’articolo
  • descriva cosa c’è nella foto
  • sia diretto (non superare le 7/8 parole)
  • contenga la parola chiave
  • lo spazio vuoto tra una parola e l’altra sia sostituito dal trattino meno “-” oppure da un underscore “_”.

Nel nostro caso il nome corretto dell’immagine è: whatsapp-web-come-funziona-spiegato-in-pochi-passaggi.jpg

Quando inserisci in WordPress l’immagine ricordati sempre di compilare i campi Titolo (TITLE), Testo alternativo (ALT) e Descrizione, inserendo anche lì la parola chiave. Devono essere scritti in maniera comprensibile, discorsiva, umana, proprio come un titolo breve, conciso che spiega bene (a Google) cosa c’è nell’immagine.

Inserisci un collegamento per l’iscrizione alla newsletter

Se hai una newsletter e vuoi farla crescere con te, dai la possibilità al lettore di iscriversi e di entrare in una relazione più intima con te. Inserisci un link alla pagina per l’iscrizione oppure direttamente il box con il form. Questo puoi farlo alla fine del tuo articolo oppure nella colonna del BLOG.

Specifica cos’è e per chi è, ogni quanto la mandi, cosa scrivi e se dai in cambio dell’iscrizione un piccolo regalo di benvenuto come un ebook, uno sconto o una check list utile.

Alcuni ottimi plug-in di WordPress per la gestione delle newsletter sono MailPoet oppure Mailchimp.

Evidenzia chi è l’autore del post

Anche se il blog lo gestisci tu, inserisci sempre l’autore. Usalo come se fosse la tua firma, che identifica subito chi ha scritto l’articolo del BLOG.
I lettori impareranno a conoscerti e questo sarà utile per migliorare la credibilità del tuo nome.

Puoi crearlo con il plugin Simple Author Box, molto semplice da usare e ti offre diverse voci per personalizzarlo.

Aggiungi i post correlati

L’aggiunta di una griglia di post correlati tiene il tuo lettore sul BLOG perché gli offri altri contenuti, un valore aggiunto, quel qualcosa in più che gli può essere utile. Sta già leggendo un post su un argomento che gli interessa molto, perciò è molto probabile che sia interessato anche ad altri argomenti. Esistono diversi plugin premium che offrono già questa funzione, in alternativa puoi installarne uno esterno (ne esistono diversi), oppure utilizzare quello che viene offerto nel plugin Jetpak.

Altri accorgimenti

Abbiamo elencato quali sono i passi principali per la scrittura di un articolo del BLOG. Ci sono altre azioni per migliorarne ulteriormente l’impostazione. Non sono azioni fondamentali, però possono aiutare il lettore nella lettura, servono a migliorare la SEO e l’Usabilità del sito web, infine provvedono a migliorare la visualizzazione sui Social Network. Senza approfondire l’argomento mi limito a farne un elenco:

  • Inserisci un sommario degli argomenti. Puoi realizzarlo manualmente con l’utilizzo di Anchor Text, oppure con l’uso di specifici plugin che lo generano automaticamente.
  • Usa e gestisci i Tag argomento
  • Inserisci nel testo dell’articolo del BLOG degli Outbound Links, ovvero dei link in uscita verso altri siti.
  • Inserisci dell’articolo del BLOG degli Inbound Links, ovvero dei link interni al tuo sito web
  • Oltre all’immagine principale (immagine in evidenza) inserisci altre immagini nell’articolo del BLOG, queste serviranno come approfondimento per l’argomento trattato ed aiuteranno il lettore alla sua comprensione.
  • Gestisci i testi e le immagini per la visualizzazione ottimale quando si condivide l’articolo del BLOG sui Social Network

Conclusioni

Se sei arrivato fino a questo punto dell’articolo sono convinto che hai le idee più chiare su come scrivere un articolo per il BLOG. Forse sei un po’ intimorito dalla mole di lavoro che (pensi) dovrai affrontare per scriverne uno, ma posso assicurarti che non è così.

All’inizio serve del tempo per scegliere l’argomento, scrivere il post, trovare l’immagine giusta e fare SEO su ogni singolo articolo del BLOG, ma come in tutte le cose più lo fai più diventa facile, veloce ed automatico. Infatti il trucco sta nella costanza, in una buona programmazione e in un metodo che verrà rodato sempre meglio, ad ogni articolo, permettendoti di risparmiare sempre più tempo.

Buon lavoro.


Se vuoi continuare la lettura e approfondire l’argomento consigliamo questi articoli:


Icon 114 - Studio Fabran

Iscriviti alla NewsLetter

Vuoi ricevere i miei ultimi articoli comodamente nella tua email?
È gratis!
Ben 2057 persone lo stanno già facendo!

close

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 791 iscritti.
Manteniamo i tuoi dati riservati e condividiamo i tuoi dati solo con terze parti che rendono possibile questo servizio. Leggi la nostra politica sulla privacy.