Tempo di lettura: 9 minuti

Email hackerata, cosa fare

Le email sono spesso bersaglio di hacker per accedere a dati sensibili, compiere frodi finanziarie o diffondere spam. Proteggere l’account è essenziale per evitare gravi conseguenze e preservare la sicurezza online.

Ritrovarsi con la propria email hackerata è frustrante, perché spesso è difficile (se non impossibile) ripristinarla senza perdita di dati, e quindi di email. Normalmente ai miei clienti consiglio di installare sul proprio PC un software per la gestione della posta elettronica, in modo da avere sempre il donwload di ogni singolo messaggio come copia di backup. In realtà utilizzare abitualmente un client di posta come Mozilla Thunderbird per la gestione di tutte le caselle di posta elettronica è molto comodo, oltre che utile.

In tutti i casi, se sospetti che la tua casella di posta elettronica sia stata hackerata, è importante agire rapidamente per proteggere il tuo account e prevenire ulteriori danni.

Tecniche utilizzate dagli hacker

Gli hacker utilizzano varie tecniche per compromettere gli indirizzi email.
Alcune delle tecniche più comuni includono:

Phishing

Il phishing è una forma di attacco informatico mirato a ottenere informazioni sensibili, come username, password e dati finanziari, ingannando le vittime facendosi passare per una fonte affidabile. Questa tecnica di ingegneria sociale è spesso eseguita attraverso la simulazione di comunicazioni legittime.

In pratica gli hacker inviano email contraffatte che sembrano provenire da fonti affidabili per ingannare gli utenti e ottenere informazioni sensibili come password e dati personali.

Riconoscere e prevenire gli attacchi di phishing richiede consapevolezza e pratica di buone pratiche di sicurezza online. La vigilanza e l’educazione sono fondamentali per proteggere le informazioni personali e aziendali da tali minacce.

Ho parlato di phishing in questo articolo
Come riconoscere le email di phishing in 4 mosse

Attacchi di Forza Bruta

Gli attacchi di forza bruta (Brute Force Attack) sono uno dei metodi più antichi e comuni utilizzati dagli hacker per ottenere accesso non autorizzato a un account, inclusi gli indirizzi email. Questa tecnica sfrutta la semplice ma efficace strategia di provare una vasta gamma di combinazioni di password finché non se ne trova una valida. In pratica provano a indovinare la password utilizzando appunto un metodo di “forza bruta”, sperimentando combinazioni di password fino a trovare quella corretta.

Per proteggersi da tali attacchi, è fondamentale utilizzare password robuste e implementare misure di sicurezza aggiuntive, come l’autenticazione a due fattori (2FA), che aggiunge un ulteriore strato di protezione contro gli accessi non autorizzati.

Attacchi di Ingegneria Sociale

L’attacco di ingegneria sociale è una tecnica sofisticata utilizzata dagli hacker per manipolare le persone e ottenere informazioni riservate o accesso a sistemi informatici. Questo tipo di attacco sfrutta la psicologia umana e la manipolazione per indurre le vittime a compiere azioni non sicure o rivelare informazioni confidenziali.

Gli hacker sfruttano la curiosità, la paura, l’ingenuità o la fiducia delle persone per ottenere informazioni. Questi attacchi spesso si presentano come situazioni di emergenza, richieste di aiuto o comunicazioni ufficiali. Oppure l’hacker può fingere di essere qualcun altro, come un collega, un amico o un rappresentante di servizi, al fine di ottenere informazioni riservate o convincere la vittima a compiere azioni dannose.

Per proteggersi dagli attacchi di ingegneria sociale, è essenziale essere scettici di fronte a richieste inaspettate, verificare l’autenticità delle comunicazioni e mantenere elevati livelli di consapevolezza sulla sicurezza.

Malware

Il termine “malware” è una combinazione delle parole “malicious” (malintenzionato) e “software”. Si riferisce a qualsiasi tipo di software progettato per danneggiare o compromettere il funzionamento di un sistema, rubare informazioni o eseguire azioni indesiderate senza il consenso dell’utente. Esistono diverse categorie di malware, ognuna progettata con scopi specifici.

Gli hacker utilizzano software dannoso, come virus, trojan o ransomware, per infettare i computer degli utenti e ottenere accesso non autorizzato alle loro email.

La prevenzione del malware coinvolge l’utilizzo di software antivirus e antimalware, l’aggiornamento regolare del software e del sistema operativo, l’attenzione a email sospette o siti web potenzialmente dannosi, e l’implementazione di politiche di sicurezza informatica. La consapevolezza degli utenti e la pratica di comportamenti online sicuri sono fondamentali per ridurre il rischio di infezioni da malware.

Attacchi di Man-in-the-Middle (MITM)

Gli attacchi Man-in-the-Middle (MitM) sono strategie di hacking in cui un attaccante si inserisce in modo fraudolento tra due parti che comunicano, intercettando e spesso alterando la trasmissione di dati tra di loro, inclusi gli accessi alle caselle di posta elettronica.. Questo tipo di attacco è un rischio particolarmente grave nelle comunicazioni su reti non sicure come reti Wi-Fi pubbliche.

La consapevolezza degli utenti sulle minacce MitM e la pratica di buone abitudini di sicurezza online sono fondamentali per mitigare il rischio di cadere vittima di tali attacchi.

Infiltrazione di Account

Gli hacker possono ottenere l’accesso ai dati di login attraverso violazioni di dati su altri siti web e quindi utilizzare le stesse credenziali per accedere all’account email.

Vulnerabilità del Software

Approfittano di vulnerabilità nel software utilizzato per gestire le email, sfruttando eventuali bug o falle di sicurezza.

Ricerca di informazioni online

Gli hacker possono raccogliere informazioni personali online attraverso social media o altre fonti, quindi utilizzarle per indovinare le risposte alle domande di sicurezza o per creare email di phishing più convincenti.

Per proteggere un indirizzo email, è essenziale essere consapevoli di queste minacce e adottare pratiche di sicurezza robuste, come l’uso di password complesse, l’implementazione dell’autenticazione a due fattori e l’attenzione a email sospette.

Cosa fare in caso di email hackerata

Ecco una guida generale su cosa fare in caso di email hackerata:

Cambia immediatamente la password

Come creare password sicure in 5 semplici passi

Leggi l’articolo: Come creare password sicure in 5 semplici passi

Quando sospetti che la tua casella di posta elettronica sia stata hackerata, la prima azione cruciale è cambiare immediatamente la password.

Accedi al tuo account utilizzando una connessione sicura e modifica la password, assicurandoti che sia robusta e non facilmente indovinabile. Una password forte contribuisce significativamente a proteggere il tuo account da accessi non autorizzati.

  • Accedi al tuo account utilizzando una connessione sicura.
  • Modifica la password con una combinazione forte di lettere, numeri e caratteri speciali.
  • Evita di utilizzare informazioni personali facilmente accessibili o indovinabili.

A questo proposito potrebbe interessarti un articolo in cui ho spiegato: Come creare password sicure in 5 semplici passi

Verifica le impostazioni dell’account

Eseguire una verifica approfondita delle impostazioni dell’account è cruciale dopo un sospetto di hacking.
Assicurati che l’hacker non abbia modificato altre informazioni dell’account, come domande di sicurezza, indirizzo email alternativo o numero di telefono associato all’account.
Controlla le impostazioni di inoltro delle email per assicurarti che l’hacker non abbia impostato inoltro a un indirizzo di posta elettronica sconosciuto.

Segui questi passaggi dettagliati:

  • Accesso sicuro: accedi all’account utilizzando una connessione sicura, preferibilmente una rete privata virtuale (VPN).
  • Modifica password: cambia immediatamente la password con una combinazione forte di caratteri alfanumerici e simboli. Evita informazioni personali facilmente deducibili.
  • Esamina domande di sicurezza: controlla e, se necessario, modifica le domande di sicurezza associate all’account. Utilizza risposte non facilmente accessibili attraverso informazioni pubbliche.
  • Verifica indirizzi alternativi e numeri di telefono: assicurati che l’hacker non abbia aggiunto o modificato indirizzi email alternativi o numeri di telefono associati all’account.
  • Esamina impostazioni di inoltro: controlla le impostazioni di inoltro per garantire che non siano state configurate in maniera fraudolenta verso un indirizzo email sconosciuto.
  • Verifica dispositivi autorizzati: alcuni provider consentono di visualizzare i dispositivi autorizzati. Assicurati che solo i tuoi dispositivi di fiducia siano presenti.
  • Attiva notifiche di accesso: configura notifiche di accesso per essere avvisato ogni volta che l’account viene accesso da un dispositivo non riconosciuto.
  • Esamina le autorizzazioni delle app collegate: controlla e revoca eventuali autorizzazioni concesse a terze app collegate all’account. Assicurati che solo app affidabili abbiano accesso.
  • Verifica protocolli di sicurezza: assicurati che il tuo account utilizzi protocolli di sicurezza avanzati come l’autenticazione a due fattori (2FA).
  • Controlla le opzioni di recupero: verifica e aggiorna, se necessario, le opzioni di recupero dell’account, come indirizzi email alternativi o numeri di telefono.
  • Monitora l’attività recente: esamina l’attività recente dell’account per individuare comportamenti sospetti o accessi non autorizzati.
  • Contatta il supporto: nel caso in cui riscontri modifiche sospette o non autorizzate, contatta immediatamente il supporto tecnico del provider.

Una verifica completa delle impostazioni di una email hackerata assicura una risposta tempestiva e migliora la sicurezza dell’account a lungo termine.

Verifica l’attività recente

In caso di email hackerata controlla l’attività recente dell’account per individuare eventuali accessi non autorizzati.
Molti provider di servizi email forniscono registri di accesso che mostrano quando e da dove l’account è stato accesso.

Disconnetti le sessioni attive

Alcuni provider di servizi email consentono di disconnettere tutte le sessioni attive. Utilizza questa opzione per chiudere tutte le sessioni tranne quella che stai usando.

Aggiorna le informazioni di sicurezza

Modifica le domande di sicurezza o altri metodi di autenticazione associati al tuo account.

Contatta il supporto

Segnala immediatamente il problema della email hackerata al supporto tecnico del provider di servizi email. Molti provider hanno procedure specifiche per gestire casi di account compromessi.

Scansiona il tuo computer per malware

Esegui una scansione completa del tuo computer per individuare eventuali malware che potrebbero essere stati utilizzati per ottenere l’accesso al tuo account. Per scansionare il tuo computer alla ricerca di malware, puoi utilizzare diverse risorse online.

Ecco alcuni suggerimenti

  • Software Antivirus
    Utilizza un software antivirus affidabile e aggiornato. Marchi noti includono Norton, McAfee, Avast, AVG, Bitdefender e molti altri. Molti di questi offrono scansioni gratuite online.
  • Malwarebytes
    Malwarebytes è uno strumento specifico per la rimozione di malware ed è particolarmente efficace nel trovare e eliminare minacce. Offre una versione gratuita e una a pagamento.
  • Windows Defender
    Se stai utilizzando un sistema operativo Windows, assicurati che Windows Defender sia abilitato e aggiornato. Questo antivirus integrato può essere efficace nella rilevazione di malware.
  • Kaspersky VirusDesk
    VirusDesk di Kaspersky è uno strumento online che consente di caricare file sospetti per una scansione antivirus gratuita.
  • ESET Online Scanner
    ESET offre uno scanner online gratuito che può essere utilizzato per eseguire scansioni approfondite del sistema alla ricerca di malware.
  • Trend Micro HouseCall
    HouseCall di Trend Micro è un’altra opzione di scansione online che può essere eseguita direttamente dal browser.
  • Microsoft Safety Scanner
    Microsoft fornisce uno strumento chiamato Microsoft Safety Scanner che può essere scaricato e utilizzato per la scansione del sistema alla ricerca di malware.
  • AdwCleaner
    AdwCleaner è uno strumento specializzato nella rimozione di adware e programmi potenzialmente indesiderati. Può essere utilizzato per scansioni mirate.

Prima di utilizzare qualsiasi strumento online, assicurati di scaricarlo o accedervi dal sito ufficiale del provider per evitare potenziali rischi associati a fonti non attendibili. Inoltre, aggiorna regolarmente il software antivirus e di sicurezza del tuo computer per garantire una protezione efficace contro le minacce più recenti.

Avvisa i contatti

Nella malaugurata ipotesi tu abbia una email hackerata informa subito i tuoi contatti che potrebbero aver ricevuto messaggi sospetti dal tuo account e consiglia loro di non aprire allegati o cliccare su link fino a quando la situazione non è risolta. Questo non aiuterà a risolvere il problema, ma ti assicurerà il rispetto da parte dei contatti e dei clienti.

Abilita l’autenticazione a due fattori (2FA)

Abilita, se possibile, l’autenticazione a due fattori per un ulteriore strato di sicurezza.

L’autenticazione a due fattori (2FA) è un metodo di sicurezza che richiede due forme distinte di verifica per accedere a un account o un sistema. Questo approccio aggiuntivo mira a migliorare la sicurezza rispetto alla tradizionale autenticazione basata solo su password. Le due “fattori” principali sono generalmente qualcosa che conosci (la tua password) e qualcosa che possiedi (un dispositivo o un’app specifica).

Ecco come funziona:

  • Qualcosa che conosci (conoscenza): questo è il classico elemento della password che solo l’utente dovrebbe conoscere. Può essere una sequenza di caratteri alfanumerici e simboli.
  • Qualcosa che possiedi (possesso): questo può essere un dispositivo fisico come uno smartphone o un token hardware, oppure può essere un’applicazione specifica installata sul tuo dispositivo. Questo secondo fattore genera un codice temporaneo e dinamico.

Il processo di autenticazione a due fattori solitamente si svolge nel seguente modo:

  • L’utente inserisce la propria password durante il processo di accesso all’account.
  • Successivamente, viene richiesto di fornire il secondo fattore, che potrebbe essere un codice generato da un’app autenticatore, inviato tramite SMS o email, o generato da un dispositivo fisico.
  • Solo quando entrambi i fattori sono corretti, l’utente ottiene l’accesso all’account.
  • L’autenticazione a due fattori fornisce un livello aggiuntivo di sicurezza, anche nel caso in cui la password venga compromessa, poiché l’accesso richiede ancora il possesso fisico o l’accesso a un dispositivo specifico da parte dell’utente legittimo.

Riconsidera la sicurezza delle password

Per evitare una email hackerata utilizza password uniche e cambiale periodicamente. Considera l’utilizzo di un gestore di password per generare e memorizzare password complesse.
Ricorda che la prevenzione è fondamentale per evitare futuri attacchi. Mantieni il tuo software, compresi i programmi antivirus e i browser, aggiornati e fai attenzione a non cliccare su link o allegati sospetti.

Conclusioni

La sicurezza dell’email è una responsabilità prioritaria. Affrontare prontamente l’hacking richiede azioni tempestive: cambiare immediatamente la password, verificare attentamente le impostazioni dell’account e monitorare l’attività recente. L’implementazione dell’autenticazione a due fattori e scansioni periodiche per il malware rafforzano ulteriormente la difesa.

La prevenzione è il pilastro chiave: consapevolezza degli attacchi, aggiornamenti regolari e un uso prudente della posta elettronica sono fondamentali per mantenere al sicuro le nostre comunicazioni digitali. La sicurezza è un investimento continuo nella tranquillità online.

Icon 114 - Studio Fabran

Iscriviti alla NewsLetter

Vuoi ricevere i miei ultimi articoli comodamente nella tua email?
È gratis!
Oltre 700 persone lo stanno già facendo!

Iscriviti alla Newsletter

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te.
Che aspetti? Iscriviti ora ed unisciti agli altri 546 iscritti.
Useremo i tuoi dati esclusivamente per l'invio di articoli, guide ed approfondimenti. Metti una spunta se sei d'accordo al trattamento dei dati personali (artt. 13 e 14 del GDPR - Regolamento UE 2016/679). Per maggiori informazioni leggi la nostra politica sulla privacy.